Tonon USA

Home

IDENTIFICAZIONE E MISURAZIONE DI BLOCCHI DI ROCCIA INSTABILI

 

Qui si riporta una porzione di parete che si trovava ad una distanza compresa tra 1,8 e 2,5 chilometri dal punto in cui erano state posizionate le macchine fotografiche. L'obiettivo era quello di determinare non solo le diverse famiglie di fratture, ma anche la dimensione dei blocchi di roccia sulla parete; infatti, questo studio è stato commissionato per identificare i blocchi di roccia da utilizzarsi nelle successive simulazioni di cadute massi e per la progettazione delle opere di mitigazione del rischio. In questi casi, non solo è necessario identificare un numero sufficiente di fratture, ma è anche necessario digitalizzare tutte le fratture presenti, perché altrimenti la determinazione della dimensione dei blocchi risulterà errata. Questo esclude l'utilizzo del LiDAR perché le tracce di frattura non possono essere correttamente identificate nei dati LiDAR.

 

Qui viene mostrata la profondità di un blocco staccatosi in precedenza ed isolato da un piano di stratificazione sulla parete  illustrata nella figura a sinistra.

Qui è riportata una veduta aerea ottenuta da Google Earth di un pendio in roccia (in rosso) che si trova in un canyon molto stretto e ripido. La sfida consisteva nel determinare i blocchi instabili e le loro dimensioni anche in queste condizioni estreme.

Questo è il modello 3-D che ha un’accuratezza di almeno 2,5 cm. Ora, ci si concentri sul rettangolo rosso (dove punta la freccia) per osservare l’esempio qui sotto in cui sono state determinate le dimensioni dei vari blocchi di roccia.

 

Via Nazionale 206  38123 Trento, Italy

 

Tel: +39-0461-942345