Tonon USA

Home

PER SCAVI, PENDII, CAVE

LRRT utilizza la fotogrammetria digitale per creare modelli tridimensionali di pendii, naturali o artificiali, come ad esempio scavi, trincee, cave, grandi fondazioni (per dighe, ponti, edifici), cumuli di inerti e dighe minerarie.

Quando la morfologia del sito e l'accesso al sito impediscono un posizionamento appropriato delle macchine fotografiche a terra, LRRT  utilizza anche i suoi Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR, altrimenti detti “droni”) per ottenere le fotografie di pendii e zone altrimenti inaccessibili. Le caratteristiche specifiche dei SAPR di LRRT sono:

  • Entrambi georeferenziano direttamente le immagini con accuratezze del modello 3D da 1 a 3 cm senza dover porre punti di controllo a terra oppure sulle strutture da rilevare. Questo aspetto è fondamentale quando le aree da rilevare sono molto pericolose o addirittura inaccessibili e inserire punti di controllo sulle strutture oppure a terra è impossibile. Inoltre, i tempi di acquisizione dati sul campo vengono drasticamente ridotti perché si riducono drasticamente i punti di controllo a terra che, altrimenti, dovrebbero essere distribuiti e rilevati accuratamente lungo il bordo esterno della zona da rilevare. Questa caratteristica è il risultato di centinaia di ore di ricerca e sviluppo, e di ingenti investimenti finanziari.
  • Un SAPR ad ala fissa è particolarmente adatto a rilevare ampie aree con foto in direzione verticale. Questo mezzo è stato dichiarato inoffensivo da ENAC e per esso tutte le operazioni diventano non critiche => possiamo volare sopra strade, autostrade, ferrovie, infrastrutture, persone ecc. senza dover evacuare le aree sorvolate e di buffer.
  • Un SAPR a 8 rotori è particolarmente adatto a rilevare pareti verticali con foto orizzontali.

 

Ad esempio, abbiamo monitorato un pendio da cui si verificano frequenti cadute massi che portano alla distruzione degli impalcati dei viadotti al piede del pendio.

 

L’installazione di macchine fotografiche sul versante opposto (1 km di distanza dal fronte del pendio in esame) non sarebbe stata possibile e avrebbe creato delle zone di ombra a causa della natura concava del pendio. E’ stato perciò sviluppato un sistema di rilevamento utilizzando un elicottero (in questo Paese, al tempo del rilievo non era possibile utilizzare i SAPR), in modo da raggiungere l’accuratezza richiesta di 2,5 cm per l'intero versante, che presenta dimensioni pari a 500 m di altezza, e 600 m di larghezza. Le figure che seguono mostrano una porzione di questo modello 3-D del pendio in roccia.

 

 Questi modelli tridimensionali texturizzati con fotografie di alta risoluzione possono essere utilizzati per (cliccare su ogni riga per i dettagli):

  1. Effettuare il rilievo dettagliato delle fratture (orientamento delle fratture, lunghezza della traccia, spaziatura) e documentare le litologie dell’ammasso roccioso.
  2. Identificare e misurare i blocchi instabili.
  3. Ricostruire l'intero ammasso roccioso/terreno esposto durante le diverse fasi di costruzione.
  4. Documentare in 3-D le fasi di costruzione con i volumi di scavo associati.
  5. Monitoraggio degli spostamenti.
  6. Ottenere il modello tridimensionale georeferenziato di un progetto texturizzato con fotografie ad alta risoluzione; da utilizzarsi come riferimento per future ispezioni (nuova costruzione) o per documentare i difetti e la propagazione di essi nel tempo (strutture esistenti).

 

 

Via Nazionale 206  38123 Trento, Italy

 

Tel: +39-0461-942345